UNICEF - Progetto Scuola Amica delle bambine, dei bambini e degli adolescenti: comunicazione della Presidente Nazionale

Data:

martedì, 21 giugno 2022

Argomenti
Notizia
unicef.JPG

Gentilissimi dirigenti e gentilissimi docenti, 

insieme siamo giunti al termine di un altro anno scolastico, durante il quale abbiamo affrontato sfide complesse ed impegnative. 

La pandemia da COVID-19 ha segnato il lavoro educativo per il terzo anno consecutivo, imponendo attenzioni, cautele e restrizioni sia alle relazioni umane che alle possibilità di svolgimento delle attività didattiche, con un impatto importante sul benessere dei bambini e degli adolescenti e di tutti coloro che, come voi, ne accompagnano il percorso di crescita e formazione personale ed intellettuale. 

All'interno di questo complesso contesto, le scuole si sono confrontate con lo scoppio del conflitto in Ucraina e con le sue conseguenze, in relazione, da un lato, alla necessità di accompagnare e sostenere i nostri studenti per offrire loro una corretta informazione ed accogliere paure ed inquietudini, dall'altro all’ingresso di nuovi alunni provenienti dall’Ucraina con un vissuto non semplice da superare. 

Anche di fronte a queste sfide, la vostra sensibilità e le vostre competenze si sono dimostrate indispensabili per garantire i diritti all’istruzione e all’educazione, cuore dell’impegno dell’UNICEF in Italia e nel mondo, in quanto elementi fondanti di ogni programma che intenda davvero migliorare in modo strutturale le condizioni di vita delle comunità e costruire società migliori in termini di solidarietà e sostenibilità. 

L'educazione di qualità rappresenta uno dei diritti fondamentali e inalienabili della persona, oltre a svolgere un ruolo chiave nella crescita e nello sviluppo dei più piccoli, come ricorda l'art. 29 della Convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. 

Avendo scelto di partecipare al Progetto “Scuola Amica dei bambini e degli adolescenti”, sapete quanto il Comitato Italiano per l’UNICEF riponga attenzione in tutto ciò che accade nella scuola e voglia rispondere ai bisogni e alle sollecitazioni che da questa pervengono. Per questo, ogni anno, creiamo nuove proposte educative e mettiamo a punto strumenti che speriamo possano esservi di aiuto per consolidare l’ascolto e la partecipazione degli alunni con l’obiettivo di supportare e agevolare quanto più possibile il vostro lavoro. 

Colgo, quindi, l’occasione per ringraziare di cuore, a nome dell’UNICEF Italia, ognuno di voi per l'ampiezza dello sforzo quotidiano e il valore insostituibile del vostro impegno, volto a garantire il diritto all'istruzione e all'educazione a tutti gli studenti in ogni situazione e di fronte ad ogni difficoltà. 

Vi auguro una lieta conclusione dell'anno scolastico, nella speranza di ritrovarvi con rinnovate energie a settembre prossimo. 

Un caro saluto, 

Carmela Pace 

Presidente Comitato Italiano per l’UNICEF - Fondazione Onlus